Der Wald (La foresta)

La bestia giace morbida
un calore umano minaccia il suo respiro
liane di sangue
solcano i piccoli peli, la cicatrice
guizza come un pesce d’argento
nella distesa viola del suo occhio
il fiato in grembo, il vento
come un rumore d’ossa tra i capelli
e le braccia degli alberi
scuotono un canto lieve
per salutare chi parte
e non fa più ritorno.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...