In assenza di musica

Forse ho avuto paura
l’impavidità che dici – a me
manca. Forse non voglio riconoscere
quanto non sia necessario
abitare altri luoghi, altre parole.
E non ho fiducia nel lasciarmi guidare.

Forse sopravvivo rinchiusa
in attesa di una gioia che non so
o non voglio trovare. Forse
sono sparita senza saperlo
dalla mia lingua. Forse
questa sospensione in assenza di musica
e vocali – è per qualcosa.

Dimentico ogni cura che non sia
la ripetizione dei gesti, ogni mattina
– la sera, chiedo al mio letto
dove eravamo rimasti? e forzo un sorriso.
Ho una ruga che prima non c’era
e altre le vedo già pronte, emergeranno
alla prima resa. Uno sguardo più serio
austero, d’adulta privata d’incanto.

Forse tiene ancora
un grido azzurro
un filo fragile, forse
è l’ultimo fantasma.

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...