Smettila, hai detto

Smettila, hai detto, di fissare
con quell’aria assetata il portellino del bagno.

Smettila e non la smettevo, tu lo sapevi da prima
che siamo nati recisi, tagliati in mezzo, che non siamo nati
per declinarci al plurale.

(La prima plurale è una finzione
per la quale sempre mi prendevi in giro
mi dicevi la prima plurale e la categoria di futuro
come se insieme avessimo potuto mai
costruire qualcosa, costruirci una casa
a mezza strada tra il pozzo
dei tuoi occhi e i miei.)

Ho l’acqua, ti ho detto, è la mia ossessione
tu la solitudine, è la stessa cosa, quel vuoto
che gocciolando si riempie

poi hai aggiunto:
non tenere mai barbiturici in casa.

6 pensieri su “Smettila, hai detto

  1. “per la quale sempre mi prendevi in giro” è un verso pressoché impossibile, un avvitamento. Resta in equilibrio perché il resto è molto bello. “Avere l’acqua” è una delle formule più profonde a cui riesca a pensare.

  2. Credo che il motivo per cui resta in equilibrio siano gli accenti di due senari piani giustapposti. O forse ci sbagliamo entrambi e in realtà non resta affatto in equilibrio.

  3. “Smettila e non la smettevo, tu lo sapevi da prima
    che siamo nati recisi, tagliati in mezzo, che non siamo nati
    per declinarci al plurale.”

    Questi versi mi hanno ricordato una parola francese che ho imparato a scuola con uno studente che mi chiedeva di tradurre una canzone di Stromae in cui l’amore viene paragonato all’uccello di Twitter e il testo dice: “D’abord on s’affilie, ensuite on se follow / On en devient fêlé, et on finit solo”.
    A cercare il participio passato “fêlé” o il verbo “fêler” i traducenti italiani sono “incrinato”, e “incrinati”. Ma ricordo bene che in classe ci ervamo affidati alla definizione sul dizionario monolingue, che recita per “fêler”: “fendre un objet sans que les parties se séparent”. Ecco. Non volendo credere al bilingue (e una traduttrice non crede MAI al bilingue), è questo che hai detto, che siete nati “fêlés”. Lo trovo magnifico…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...