Corpo acqua celeste

c’è la speranza che li tiene in gabbia

di pescare tutte le sbornie dell’inverno in una sola volta

Elio Pagliarani, A tratta si tirano

*

Ho fatto delle mie gambe palafitte lunghe,

ho costruito il corpo sopra, un corpo

d’acqua. Dalla scogliera in punta alle clavicole

sono precipitata in fondo fino al dorso

innervato dei miei piedi, e ho visto

un riflesso grasso superiore e molle

luccicare furibondo come un pesce.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...