Vedi come ti passa l’influenza appena dico vino

L’ultima volta che m’è venuta l’influenza eravamo nella stessa stanza io, il coccodrillo McDonald’s e Paolo Conte. Paolo Conte cantava quella canzone che dice con noi due dentro al buio abbracciati e dopo ci sono dodici minuti di sax, così si capisce bene che noi due siamo davvero dentro al buio abbracciati. E la stanza per forza di cose si riempiva di incantesimi, di spazi e petardi. E io ero esattamente come mi volevi tu, solo che avevo la febbre.

Era tutto perfetto tranne la febbre e il coccodrillo McDonald’s, che di Paolo Conte non capisce niente e dopo un po’ mi ha messo la coda sulla fronte e si è addormentato seccato.

Io qualche mese dopo ho pianto, ma poco.

L’ultima volta che mi viene l’influenza, in realtà, è venerdì. Prendo quattro o cinque medicine a caso e alla fine sto meglio. Oggi, sto meglio. Nella stanza ci siamo io, Max Gazzè e le Zerinolflu effervescenti. Sto meglio, coraggio, mi motivo, sto meglio.

Domani alle 10.36 ho il treno per Bologna. Con me viene anche lei, che mi presta la voce.

Io mi sento un po’ confusa e molto grata.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...