purtroppo non sono un cane inglese

Io se ero un cane inglese mi tagliavano le corde vocali per non farmi abbaiare. Se ero una ragazza italiana dovevano tagliarmi le sinapsi per non farmi pensare. Però non lo fanno e finisce che penso.

1) a quella volta che ero innamorata e mi sono struccata col disinfettante. L’amore, quando pensi, fa fare cose strane. Quando non pensi fa fare cose stupide. E’ stato due mesi fa. Il disinfettante sugli occhi brucia.

2) a quella volta che ho imparato il significato della parola “recidivo”. E’ stato troppo poco tempo fa. So cosa significa ma non basta a salvarmi.

3) a quella parola siciliana bella che è “a tinchitè” che vuol dire “in abbondanza”. Ed è proprio bella, finisce con l’accento ed è come se ti dicesse: “tò, prenditi quello che vuoi che tanto non mi levi niente”. Non sono sicura.

Forse era meglio se ero un cane inglese.

Advertisements

8 pensieri su “purtroppo non sono un cane inglese

  1. oh salamandrina, ma che bello sapere che ci unisce questa cosa bella che comincia per esse e finisce per a e che è a forma di triangolo sbilenco. no, davvero, sorrido. :)

  2. come fa un cane inglese a proteggere i suoi padroni se gli tolgono la voce? se gli tolgono la voce l’ultima cosa che dovrebbe fare è proteggere i suoi padroni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...