non è buffo?

non è buffo? io quando ho cominciato a studiare inglese confondevo sempre le pronunce di “white” e “wait”. oggi io sono bianca e mi accorgo che non faccio che aspettare. e in questi giorni ho preso due treni e il primo puzzava di cesso e il secondo profumava di biscotti. ho scritto un sacco di frasi che cominciano con “io” oppure “tu”, ma il “tu” finiva che cambiava ogni volta. e adesso potrei metterle tutte insieme e mischiarle e vedere chi riconosce chi, ma questo gioco non mi piace perché poi io vengo fuori sempre col petto bucato e tu sei da qualche parte a giocarti a pallone il mio cuore.

Io e antonella siamo state fino alle tre di notte a parlare di sogni e ricordi e alla fine a me girava fortissimo la testa e sarebbe bello dire che era per il vino o per l’amore, invece era soltanto cervicale. e lei dice, negli ultimi mesi ti sento più leggera, e io sto zitta. ma nell’ultimo mese sorridi di più. non se n’è accorto quasi nessuno. invece a me sembra così evidente, ed è come se tutto quello che tocchi si mettesse in bocca il sorriso. poi mi accorgo di aver finito il burrocacao e ho una gran voglia di infilarmi nella doccia con tutti i pensieri che superano la soglia del decoro.

E sul treno un ragazzo chiama la sua donna e tutto sorridente le dice, Amore perché non ti abbracci un kamikaze e ti fai esplodere anche tu?

(io e te ridiamo un sacco anche se ascoltiamo carlo fava e quando la radio passa battisti cantiamo per inerzia ma cantiamo a squarciagola e siamo assieme da dieci minuti appena ma già siamo vicini e quando ti dico che per ora scrivo un sacco tu mi chiedi se sono feconda poi ci guardiamo e ridiamo e progettiamo le gite in cui no, non sciamo, ma affondiamo nella neve i pensieri e tutte le nostre scarpe.)

(poi sogniamo parigi per aprirci insieme una caffetteria e dormire tutto il giorno ascoltando edith piaf e across the universe oppure cucinare a piedi nudi la torta col pistacchio e il mascarpone.)

(ho sempre il fiato corto e ti penso fino a mezzogiorno, vado in camera e ti chiamo ma non rispondi perché ti hanno rapito gli alieni, ho smesso di mangiare perché mi andava tutto di traverso e non trovo le cuffie dell’iPod perché ieri le ho usate per sentirti respirare.)

3 pensieri su “non è buffo?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...