se poi succede che per associazione ci penso

Mamma e papà t’impiattano il futuro, piccola. Da grande non farai assolutamente danza, al massimo uno sport di gruppo perché sarai figlia unica e dovrai imparare a socializzare. Magari pallavolo, ma comunque non danza. Mamma diventa tutta rossa. Papà t’imbocca un po’ di pazienza. E se per caso invece dovesse piacerti proprio danza? Non sarebbe giusto assecondare le tue inclinazioni? Niente da fare, è fuori discussione. Tu farai di tutto meno che danza. Tu intanto sbrodoli le tue cose e, credimi, sembri la più saggia di tutti. Ridi e sicuramente pensi che non è affar tuo il tuo futuro. Intanto giochi con un libro che canta le canzoni dello zecchino d’oro, Crepet cosa direbbe se fosse seduto a tavola con noi? Quando smetti di divorarti la cena giri per la stanza senza scarpe e prima io sorrido e penso che noi due non diventeremo mai amiche e un momento dopo sono con la tua scarpetta viola in mano a dirti, vieni qui che facciamo un gioco. E tu mi guardi e ti arrabbi perché questo non è un gioco e non ti va per niente di andar via. Invece quando te ne vai mi dai un bacino e io mi sciolgo tutta. “Bazino”, penso. E penso a Dalia al concerto di Samuele Bersani e lui che ha tutti quei fiori freschi di primavera in bocca.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...