se mi cancellassero gli specchi dalla memoria

Ritardi le partenze. Annusi ogni distanza. Anticipi i ritorni, li spingi con le mani. Ti sembra che il tuo corpo possieda molti più organi di quanti riesca a contenerne. Ti guardi le mani e non fai che tremare. Dormi con le speranze al collo ed è come dimenticare di togliere le collane. Non porti che orecchini. Non porti che orecchini dalle forme geometriche aguzze. Riesci a non ferirti. Riesci a ricordarti come si sparisce. Hai voglia di limarti i polpastrelli, cancellarti i piedi, vorresti essere vento, adottare mille pretesti per infilarti ovunque. Vorresti che sembrasse davvero dicembre. Vorresti essere a letto con la febbre. Vorresti abbracciare degli sconosciuti. Vorresti partire e fare un viaggio lunghissimo. Vorresti restare due ore almeno sul prato di Villa Borghese chiusa al pubblico in orari imprevisti a fingere di contare le stelle senza risparimare i pensieri. Vorresti che ti crescessero gli occhi. Vorresti unire tutti i nessi che hai creato in queste frasi per capire quale canzone, quale disegno e quale nome verrebbero fuori. Pensi di conoscere tutte le risposte. Pensi di non conoscere tutte le domande. Pensi che vorresti non addormentari mai più, perché la notte ha troppe dita per non succhiarle tutte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...