era novembre nel duemilaeotto

L’ultima volta che ci siamo viste è stata anche la prima. Quando sono andata via ci siamo guardate e ci siamo abbracciate forte. In quell’abbraccio c’ero io che ti volevo portare con me e c’eri tu che non mi avresti lasciata. Io ho chiuso gli occhi e ho respirato i tuoi capelli e ho pensato che avrei ricordato la stazione di Bologna e le luci freddissime dell’autobus. Poi ho pensato che eri una cosa buona che mi era successa, buona, come le crepes alla nutella o la pannacotta. Ho preso il treno e durante il viaggio ho letto qualche pagina di La vita fa rima con la morte, poi ho chiuso il libro, ho pensato chissà se le piace, Nessun luogo è lontanto, e poi ho pensato alle cose che avrei voluto dirti e mi sono sfuggite di bocca, ho pensato che avrei voluto non perderti mai, e che la signora di fronte a me aveva degli stivali orribili. Poi mi sono addormentata, ed era come tenerti per mano.

A Forlì mia sorella mi viene a prendere sorridente e un poco sfatta dall’università. E’ buio e la pianura è bella. C’è freddo, ha piovuto, sei stanca? com’è andata? è carina, sono contenta, questo periodo è proprio uno schifo, vorrei addormentarmi e svegliarmi tra vent’anni, vorrei addormentarmi e non svegliarmi più.

(Almeno ti vedo ti guardo ti tocco ti dormo vicino ti cerco ti aspetto preparo la cena il piumone sul letto e da fuori le foglie i rami i cortili gelati le poste le edicole i baci i sorrisi mi cerchi mi aspetti prepari la cena il calore nel petto e va fuori la sera la neve la vile certezza che è solo novembre senza più una carezza.)

Advertisements

2 pensieri su “era novembre nel duemilaeotto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...