Ti ho scritto perché così esistevo

E ieri notte avevo

per le dita, un pensiero

per la testa, una collana

aggrappata al petto

perché alla fine almeno lei

mi potesse salvare.

*

Ti ho scritto perché così esistevo,

per infilarmi qualcosa sotto le unghie,

per esempio la vita, il pulsare marino

dei coralli, la luce asfittica

dei tuoi occhi mai sperati.

*

E quando in mezzo a tante sporche

e maledette parole d’amore

mi hai chiesto finalmente “come stai?”

io ti ho aperto le mani a pagine

e ti ho detto “domani

torno in Sicilia a scongelarmi il cuore”.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...