Somnium

Notti a forma di valeriana incorniciano

un sistema nervoso peristaltico,

un rantolo contratto

negli occhi continuo.

Un temperino che cade

la punta di una matita che si rompe

un’ombra che appare di soppiatto.

Del vino sul capezzolo

che sale

fino alla punta del naso.

Impulsi moribondi

tra la spina dorsale e il sonno.

Un contatto che si rompe

si scuce

si nega

diventa sguardo e cianuro

si scopre

sale

impazzisce.

Del sangue che si rovescia

in ramificazioni viola cobalto

invisibile un corpo disabitato

che piange.

Svegliarsi

e scoprire ch’è vero.

(2005-2009)

2 pensieri su “Somnium

  1. Hai il grande dono di tradurre in parole i tuoi pensieri più reconditi. E tutto questo in modo davvero unico. Non sprecarlo carissima Amica blogger (permettimi di chiamarti così).

    sei davvero adorabile.

    marco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...