Aritmica

Mi dirai perché, questo darsi col contagocce nella nostalgia. O perché ogni polla d’acqua trae dai tuoi occhi respiro.

Perché quest’attesa si prolunga contro ogni mia aspettativa.

Mi dirai perché ogni parola cade dal tuo labbro per inabissarsi nella mia gola, e senza urto, senza dolore, chiude le ferite del mio esofago.

Mi dirai perché sento la colpa scavarmi le tempie e le mie guance inondarsi di sangue -quando al pensiero della tua mano m’avvicino, ormai che non è più tempo per le foglie di cadere, ormai che i rami restano secchi proprio sotto la suola dei miei ricordi.

Quando le strade si incrociano senza preavviso -ma anche senza alcuna premura- tu scuci gli occhi da una custodia di carta.

2 pensieri su “Aritmica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...