Il dolore non rapisce al dolore parole.

Aspetta come un presentimento

con le mani in mano.

Prepara le armi, gli scudi, le fortezze,

i fossati scavati negli occhi.

Prepara i bambini a sopravvivere in guerra

stordisce le madri, avvilisce i fratelli.

Il dolore ha dimora, e tetto e spalla.

Noi siamo cinque solitudini nello stesso posto.

Lentamente

il cuore

attraversa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...